Governo ammette: “Abbiamo sbagliato, nel 2015 andrà meglio”

Condividi!

Il governo si piega alla realtà, e il ministro dell’Economia annuncia un Pil ancora in calo per il 2014, -0,3%, tagliando le stime precedenti dello stesso governo: +0,8%. Hanno sbagliato ‘solo’ del 130% le stime.

Ma, assicura Padoan, che nel 2015 tornerà a crescere, +0,6%, “grazie all’impulso positivo della legge di Stabilità”. Sembra la storia degli 80€.

Peccato che oggi, l’Istat abbia abbassato ulteriormente le stime anche per il terzo trimestre.

Tra qualche mese, Padoan, ammesso e non concesso che sia sempre dove è ora, dovrà rimandare al 2016. La faccia di bronzo ce l’ha.




Un pensiero su “Governo ammette: “Abbiamo sbagliato, nel 2015 andrà meglio””

Lascia un commento