Civitavecchia: le case se le prendono i clandestini

Condividi!

Incredibile, ma purtroppo molto comune, la vicenda che viene raccontata da Civitavecchia:

CIVITAVECCHIA – Emergenza abitativa, quante parole dietro un dramma che si ripete ormai sempre più spesso; un dramma che in questi giorni ha portato alcune famiglie a protestare civilmente ed umilmente in piazzale del Pincio, altre volte ha portato ad azioni eclatanti, un dramma che purtroppo si ripete sempre più spesso.

Un dramma si, ma non per tutti: passando infatti dalle parti del mercato si può notare che un ingresso delle “carcerette” è stato forzato ed all’interno “si dice” che ci siano molte persone (verosimilmente straniere) che vi abitano tranquillamente, alla faccia di tutti coloro che non sanno dove sbattere la testa.

E questo avviene sotto gli occhi di tutti; cittadini, forze dell’ordine, istituzioni, ma nessuno impedisce a questi “invasori” di occupare abusivamente un edificio pubblico che ogni sera ha sempre più luci accese, segno evidente che all’interno stanno sfondando le pareti per “conquistare” altri locali.

Mi auguro che qualcuno intervenga quanto prima onde evitare di ritrovarsi con un dormitorio per clandestini in pieno centro; è una questione di rispetto nei confronti di chi è costretto a protestare all’interno di una tenda perché una casa non ce l’ha più!




Un pensiero su “Civitavecchia: le case se le prendono i clandestini”

Lascia un commento