Islamici minacciano animalisti: “Cani sono animali impuri”

Condividi!

MILANO – L’Associazione italiana difesa animali ed ambiente, tramite il suo blog, aveva lanciato un appello «al ministro dell’Istruzione, agli assessori regionali alla Scuola e agli assessori comunali alla Pubblica istruzione. Oltre ovviamente ai provveditori regionali delle scuole ed ai presidi affinché nel programma scolastico vengano inserite almeno due visite in una fattoria didattica e in un canile o rifugio in modo che si possa introdurre il rispetto per la vita ed i diritti degli animali nella cultura scolastica italiana».

Non lo avesse mai fatto, gli islamici sono insorti: “Cani e maiali sono animali impuri!”. E hanno gridato al sacrilegio.

«Due giorni fa mi sono arrivate delle lettere di madri islamiche che mi intimavano di non portare i loro figli nelle fattorie didattiche o nei canili – racconta sconvolto Lorenzo Croce, presidente dell’associazione – e questo perché cani e maiali sono impuri secondo la loro religione».

«La proposta dell’associazione animalista ed ambientalista prevede due gite di un giorno ciascuno presso una fattoria didattica dove gli animali vivono felici e liberi e di contro una in un canile dove invece decine di cani sono detenuti – spiegava il comunicato che ha causato la furia delle mamme islamiche – Aidaa nel corso del 2014 lancerà anche una campagna sempre rivolta alle scuole ed in particolare alle famiglie degli studenti delle scuole medie ed elementari per l’adozione di cani e gatti».




Un pensiero su “Islamici minacciano animalisti: “Cani sono animali impuri””

Lascia un commento