“Voi cristiani meritate di essere decapitati con un dolce coltello”

Condividi!

La rocker britannca ora diventata una fanatica di ISIS, vive a Raqqa, e adora il “Califfo Ibrahim”, Abu Bakr al-Baghdadi.

Sally Jones, 52 anni, ex chitarrista della band femminile Krunch, passata dal femminismo alla conversione all’Islam, come capita a molti deboli di mente che hanno bisogno di appartenere ad un gruppo. Qualunque esso sia.

Si è convertita e ha seguito il suo ‘compagno’, Junaid Hussain, di 30 anni più giovane, in Siria. L’uomo è probabilmente l’autore della esecuzione del repoter James Foley.

Jones si è recata in Siria, dopo averlo conosciuto sul web, apprezzando i suoi video di decapitazioni, lasciando in Gran Bretagna due figli avuti da precedenti unioni.

Ora, la donna si chiama “Sakinah Hussain” e indossa il burka in segno di sottomissione al “principe della fede”, che è il “nome d’arte” con il quale il “Califfo Ibrahim” ama farsi chiamare.

Scrive su Twitter la donna: “Voi cristiani meritate tutti di essere decapitati con un dolce coltello e gettati sui binari di Raqqa, se verrete da me, sarò io a farlo per voi”.

Nel Sud-Est dell’Inghilterra, dove abitava prima della sua improvvisa folgorazione, i vicini la descrivono come una “persona instabile, sempre agitata ed estrema” che viveva in una casa “dove gli uomini andavano e venivano” fino a quando, più di recente, “ha iniziato a dire a tutti che era una strega”.

Un altro edificante esempio di ‘coppia mista’




4 pensieri su ““Voi cristiani meritate di essere decapitati con un dolce coltello””

  1. Da femminista a musulmana, nom c’è che dire, molto coerente con sé stessa. Che il femminismo sia nato in funzione anti-cristiana, mi sembra che ormai sia un fatto assodato, e non scordiamoci che i movimenti femministi sorti tra la fine degli anni sessanta e l’inizio dei settanta – che hanno letteralmente lavato il cervello alle donne occidentali convincendole che il puttanismo é sinonimo di emancipazione – furono finanziati dal magnate ebreo Rockefeller.

    Nel caso di questa qui, beh, in tempi normali e con le frasi che ha pronunciato, sarebbe stata rinchiusa in una clinica psichiatrica, e invece in nome della “tolleranza” viene lasciata a piede libero, e libera di poter manifestare liberamente il suo delirio. La sua conversione all’islam, é certamente dovuta non solo alla sua instabilità mentale, ma anche alla sua bassezza morale, e immagino che tale conversione sia stato un’atto di “amore” verso il suo giovane compagno arabo – che l’avrà certamente plagiata mentalmente – che gli avrà certamente manifestato coi numerosi fellatio che sicuramente gli pratica.

Lascia un commento