Agenti umiliati: finiscono a fare da galoppini ad atlete

Vox
Condividi!

Il cosiddetto governo Renzi è una fucina di idee ‘geniali’, oltre a varare il famigerato svuotacarceri, con la conseguenza del dimezzamento di spacciatori in galera, Al Fano e Renzi hanno avuto la pensata di umiliare gli agenti della Polizia Penitenziaria degradandoli a galoppini delle partecipanti ai Campionati mondiali di pallavolo femminile che si terranno dal 23 settembre al 5 ottobre 2014.

Gli agenti verranno sottratti alla loro opera di controllo nelle carceri, per essere destinati al compito di autisti di 11 autobus del Corpo di Polizia Penitenziaria che porteranno in giro le atlete.

Vox

«Trovo che sia una cosa vergognosa usare uomini e mezzi dello Stato per il servizio taxi delle atlete e dei relativi accompagnatori, tanto più se si considerano le gravi condizioni del parco automezzi nazionale della Polizia Penitenziaria. Ma le sa queste cose il ministro della Giustizia Andrea Orlando o le fanno a sua insaputa?», denuncia Donato Capece, segretario generale del primo Sindacato del Corpo, il Sappe. «Questo non è affatto un servizio finalizzato a valorizzare l’immagine dei Baschi Azzurri e il nostro duro e difficile lavoro, ma puramente un servizio di trasporto: assurdo, se si considera che l’uso dei mezzi andrà inevitabilmente a incidere sulla funzionalità dei medesimi. Non solo. Sono anni che denunciamo la fatiscenza di buona parte dei mezzi con i quali quotidianamente viaggiano le donne e gli uomini del Corpo impegnati nei servizi di traduzione e piantonamento dei detenuti e gli stessi ristretti. Sono centinaia gli automezzi fermi nelle autorimesse in attesa di riparazioni che non possono essere eseguite perché mancano i soldi, tanto che è lo stesso Dipartimento dell’amministrazione penitenziaria (Dap) a comunicarlo ufficialmente nelle note di risposta alle lettere delle Direzioni delle carceri che chiedono fondi per le riparazioni. Dipartimento che però è solerte a impiegare mezzi della Polizia Penitenziaria per servizi non istituzionali come quello connesso ai Campionati mondiali di pallavolo femminile».

C’è ancora qualcosa che ci sorprende, in questo ‘Stato’ fatiscente delle cose?