Renzi: l’uomo della banca, americana

Condividi!

L’incontro tra Renzi e Draghi non è stato un incontro tra il premier – seppure abusivo – italiano e il capo della Bce. Ma una riunione tra i galoppini di due grandi banche d’affari estere che sono anche l’espressione finanziaria di due correnti di interessi: la JPMorgan e la Goldman Sachs.

Del resto, tutte le cosiddette ‘riforme’ che Renzi sta imponendo al paese senza avere la legittimità democratica, erano scritte nero su bianco nel memorandum 2013 di JPM.

Quella JPM che sarà, statene certi, sicuramente in prima linea al momento di incassare le mance delle privatizzazioni/svendite.

Intanto Renzi è in vacanza in un hotel da 1600 euro a notte. Per lui, comunque vada, un futuro assicurato come ‘conferenziere’ d’oro.




Un pensiero su “Renzi: l’uomo della banca, americana”

Lascia un commento