India: bambina di otto anni decapitata

Condividi!

India- Nuovo orrore in India. Una bambina di otto anni è stata decapitata dal padre a causa di una “faida familiare”. L’uomo, Zakir Hussain, è stato arrestato nel Kashmir indiano. A riferirlo è l’agenzia di stampa Pti.  L’episodio si è verificato nel villaggio di Gharana, nel distretto di Poonch, nel nordovest dell’India.

Shamsher Hussain, sovrintendente della polizia locale, ha dichiarato che all’esterno dell’abitazione della piccola è stato trovato “il corpo separato dalla testa” della bambina.  L’uomo avrebbe ucciso la figlia con l’obiettivo di incolpare dell’assassinio suo fratello, con il quale ha dissidi sulla proprietà di alcuni terreni.

Alla fine di luglio un’altra bambina di otto anni è stata uccisa, mediante impiccagione, dopo essere stata brutalmente stuprata dal santone del villaggio. Il Paese che trattiene da anni due militari italiani, in violazione del diritto internazionale, fornisce al mondo un nuovo esempio della sua cultura.




Lascia un commento