Eurodisastri: anche Francia sul baratro della recessione



L’attività manifatturiera in Francia si è contratta di nuovo nel mese di luglio, gli ordini sono diminuiti e le aziende hanno continuato a tagliare il personale.

Lo riferisce la società di analisi Markit, secondo la quale le condizioni del lavoro nel settore sono peggiorate il mese scorso.

L’indice Purchasing Managers (PMI) che misura l’attività manifatturiera è sceso a 47,8, da 48,2 di giugno. Questo è ben al di sotto del livello di 50 che separa la crescita dalla contrazione e la misura più bassa quest’anno.

All’inizio di quest’anno, il premio Nobel Christopher Pissarides ha detto che la protratta crisi in Francia potrebbe essere il punto di svolta per distruggere l’euro.



Lascia un commento