Ucraina senza pietà: bombardamento indiscriminato su Donetsk

Condividi!

Vedere la foto su Twitter

Deux hommes devant un obus tombé le 20 juillet dans le centre-ville de Donetsk.

Oggi è stata una giornata drammatica, nella città assediata di Donetsk.

Violente esplosioni dovute ai bombardamenti dell’esercito ucraino hanno  colpito la città orientale, roccaforte dei filo-russi.

Quattro persone sono state uccise in scontri vicino alla stazione ferroviaria e vicino all’aeroporto.

Secondo i ribelli, l’ esercito ucraino, che circonda la città da diverse settimane, è la causa del fuoco sulla zona vicino alla Stazione Centrale.

Ma ha respinto le accuse: “Se ci sono esplosioni nel centro della città, allora non sono l’opera di soldati ucraini ” , ha detto un portavoce del Consiglio di Sicurezza,  dicendo che potrebbero essere state milizie ucraine ‘non governative’. Tradotto: miliari esercito ucraino senza divisa.

E’ la stessa tecnica che usano i russi per evitare di essere in guerra ‘ufficialmente’. Si usano milizie più o meno ufficiali per non avere responsabilità.

Ecco cosa ha scritto su Twitter il giornalista di Buzzfeed sul posto, giudicando totalmente insano il bombardamento sui civili dell’esercito ucraino.

Qualcuno poi si meraviglia, se i filorussi rispondono ai bombardamenti buttando giù gli aerei nemici, e se, in questo contesto, uno di quei missili colpisce per sbaglio un aereo passeggeri che non doveva essere lì?

I ribelli hanno deciso di chiudere le vie del traffico del centro. Il Consiglio ha chiesto ai residenti di non lasciare le loro case. I civili sono stati evacuati in minibus, altri sono fuggiti a piedi.

Diversi giornalisti sul posto hanno confermato che i combattimenti hanno avuto luogo, in totale confusione. Il corrispondente del Guardian parla di “caos nel centro della città” con un “edificio di nove piani in fiamme” .

Secondo uno dei responsabili, centinaia di migliaia di civili sono già stati evacuati.

Con l’avanzata dell’esercito ucraino su Slavjansk la scorsa settimana, gli insorti sono ripiegati a Donetsk. La città è in procinto di essere circondata.

E’ difficile dire quale sarà lo scenario. I ribelli hanno promesso di difendere con le unghie e i denti le loro posizioni. L’esercito ucraino ha perso 30 uomini nelle ultime 48 ore.

Da diverse settimane, Donetsk vivere in un semi-normalità. Servizi comunali funzionano esattamente come le miniere e le fabbriche.

Ma ora, sotto i bombardamenti indiscriminati dell’esercito ucraino, le strade sono deserte e la maggior parte dei negozi sono chiusi. Quelli che sono aperti sono scarsamente fornitu.

Le autorità di Kiev avevano promesso di non bombardare la città di un milione di persone, tre volte più grande di Parigi.

I filorussi controllano ancora Luhansk, l’altra grande città del Donbass, e decine di città di medie dimensioni.




Lascia un commento