Ebola, studio choc: ‘Infetti senza saperlo’

Condividi!

Il virus Ebola che ha ucciso più di 600 persone finora in Africa occidentale e ne ha contagiate oltre un migliaio, potrebbe essere stato lì per anni, in persone che pensavano di avere qualcosa di diverso, dicono i ricercatori.

Latente.

Un nuovo studio su campioni di sangue di persone in trattamento per malattie virali in Guinea, Sierra Leone e Liberia suggerisce alcuni di loro avrebbero potuto essere in realtà infetti con il virus Ebola.

Non è un test perfetto – i campioni di sangue sono stati conservati diversi anni e sono stati sottoposti a trattamento termico in modo che i ricercatori potessero essere al sicuro – ma è un risultato degno di essere seguito con attenzione, ha detto Randal Schoepp della US Army Medical Research Institute of Infectious Diseases (USAMRIID ), squadra che ha fatto la ricerca. Perché potrebbe significare che oggi, Ebola, è nei paesi occidentali senza che nessuno l’abbia individuata, perché latente in gruppi di persone ai margini della società che sfuggono ai controlli.

“E’ circolata per un lungo tempo”, ha detto Schoepp a NBC News.




Un pensiero su “Ebola, studio choc: ‘Infetti senza saperlo’”

Lascia un commento