Arriva il ‘kit halal’ contro cibo ‘infedele’

Condividi!

Tra un anno i musulmani della Malesia potranno acquistare un kit contenente un sensore elettronico capace di individuare in meno di un minuto la presenza di Dna suino nel cibo.

Il kit, che sta per essere messo a punto da ricercatori dell’Università di Selangor, avrebbe un margine d’errore dello 0,0001% e la sua velocità di risposta consentirà di usarlo anche al ristorante.

Sarà utilizzabile su ogni tipo di cibo e cosmetici per verificare se sono halal, ovvero senza presenza di carne di maiale.

«Non vogliamo che i cibi certificati halal perdano la fiducia dei consumatori a causa della possibilità che contengano tracce non-halal – ha dichiarato il primo ministro dello Stato malese di Selangor, Abdul Khalid Ibrahim – e per guadagnare questa fiducia dobbiamo assumere delle precauzioni».

Per essere ‘halal’, un prodotto di macelleria deve venire da un animale sgozzato vivo, senza alcun preventivo intontimento. Come faranno a verificare?




Lascia un commento