Germania espelle capo Cia a Berlino

Condividi!

Dopo scandalo spionaggio

Il governo tedesco ha deciso l’espulsione del rappresentante dei servizi segreti americani a Berlino. Lo ha annunciato il presidente della Commissione del Bundestag addetta al controllo dei servizi segreti.

“Il governo tedesco prende molto sul serio le recenti notizie sullo spionaggio Usa in Germania. Resta indispensabile la cooperazione stretta e basata sulla fiducia con i partner occidentali, in particolare con gli Usa, nell’interesse della sicurezza dei cittadini e delle forze di sicurezza impegnate all’estero”.

“Ma per questo sono necessarie la fiducia reciproca e la schiettezza. Il governo federale continua a essere disponibile e si aspetta lo stesso anche dai partner più stretti”.




Lascia un commento