Espelle calciatore, e lui lo uccide

Condividi!
L’assassino

Un arbitro di 44 anni, John Bieniewicz, è stato colpito a morte con un pugno da un giocatore che aveva appena espulso.

E’ avvenuto domenica su un campo di Detroit, città degradata del Michigan.

L’assasino è Baseel Abdul-Amir Saad, 36 anni.

Bieniewicz, dopo due giorni in coma, è morto oggi in ospedale.

 

“Non ho mai visto nulla del genere nella mia vita, l’arbitro non ha fatto nulla per provocare questa reazione – ha detto uno dei calciatori, Scott Herkes, al Detroit Free Press -. John non ha avuto neanche il tempo di capire cosa stesse accadendo”.




Lascia un commento