Cultura ‘liberale’?

Vox
Condividi!

VI PRESENTIAMO IL ‘RESPONSABILE CULTURA DI FORZA ITALIA’

L’apertura di Silvio Berlusconi sui diritti civili dei gay ha aperto il dibattito interno a Forza Italia. “Quella per i diritti civili degli omosessuali è una battaglia che in un Paese davvero moderno e democratico dovrebbe essere un impegno di tutti, da liberale ritengo che attraverso un confronto ampio e approfondito si possa raggiungere un traguardo ragionevole di giustizia e libertà”, aveva affermato l’ex presidente del Consiglio.

D’accordo con lui anche il Responsabile del Dipartimento Cultura in Forza Italia Edoardo Sylos Labini che, dalle pagine de il giornaleoff.it web magazine che lui stesso dirige, ha preso una chiara posizione: “Il DNA strettamente liberale di Forza Italia non risulta compatibile con discriminazioni basate sull’orientamento sessuale.

Simpatico che questa ‘riflessione’ venga da un personaggio come Edoardo Sylos Labini che lavora al Giornale e in Forza Italia. E che, casualmente s’intende, risulta essere il marito di Luna Berlusconi, figlia di Paolo e nipote di Silvio.

Chissà se le raccomandazioni sono nel ‘dna liberale’.

Vox

Sembra che l’aggettivo ‘liberale’ significhi “noi prendiamo i voti, e poi facciamo un po’ quel che c… ci pare”.

Se poi vogliamo entrare nel merito delle elucubrazioni del ‘liberale’, ci chiediamo quali siano le ‘discriminazioni’ alle quali sono sottoposti gli omosessuali in Italia. Si esibiscono un giorno si e l’altro pure mezzi nudi per le strade, senza che nessuno dica nulla; hanno tutti i politici a novanta gradi pronti a farsi uccellare; godono della totale sudditanza di tutti i media di distrazione di massa. C’è chi amerebbe essere ‘discriminato’ in questo modo.

Ah, dimenticavo, un altro lavoro dell’uomo della Cultura di FI è stato ‘attore di Vivere’. Serve sapere altro?

PS.

Avete notato, che più comprimono i diritti reali della maggioranza – sul lavoro e politici – più vaneggiano di pseudo diritti come i ‘matrimoni gay’?

 

Fonte: Identità.com