Sbarchi: è emergenza meningite, centinaia di agenti e sanitari sotto profilassi

Condividi!

Dopo il caso di meningite accertato in un clandestino maliano sbarcato nei giorni scorsi a Porto Empedocle e ospite del centro d’accoglienza Villa Sikania di Siculiana, ci sono stati altri casi sospetti. Ora tutti i clandestini del centro di Siculiana sono stati sottoposti a profilassi a spese nostre. La profilassi è stata estesa anche al personale sanitario e volontario che opera nella struttura, a tutti gli
appartenenti alle forze dell’ordine (carabinieri, finanzieri e poliziotti). Anche quelli presenti agli sbarchi al molo di Porto Empedocle, somministrando loro delle compresse Ciproxin da 500 mg. Si tratta di una pillola antibatterica per prevenire il contagio. Lo stesso trattamento è stato esteso a tutti i familiari di soccorritori e forze dell’ordine.

Una spese non indifferente per i contribuenti, per la quale dobbiamo ringraziare Mare Nostrum, e un disagio – si spera solo quello – per gli agenti e le loro famiglie.

Sono stati anche riscontrati 44 casi di scabbia, 4 di tubercolosi e un caso di meningite. Tra quelli controllati, che non sono certo la maggioranza. Se possiamo parlare di controlli seri, dopo le denunce arrivate da amministratori e membri delle forze dell’ordine.




Un pensiero su “Sbarchi: è emergenza meningite, centinaia di agenti e sanitari sotto profilassi”

Lascia un commento