Tribunale brasiliano ordina ‘pausa caffè’ durante partite Mondiali

Condividi!

Un tribunale del lavoro brasiliano ha sancito l’obbligo della pausa di ‘reidratazione’ per i calciatori durante le partite dei Mondiali.

La corte di Brasilia, con un ricorso d’urgenza, indica due pause, una per tempo, da effettuarsi alla mezzora di gioco in caso di superamento dei limite legati all’indice Wbgt, “Wet Bulb Globe Temperature”, che prende in considerazione temperatura, superiore ai 32 gradi, umidità, radiazioni solari e caldo percepito.

Ora, i magistrati decidono anche le regole negli sports.

La Fifa ha accolto la decisione del Tribunale del lavoro assicurando la sua applicazione. Le attuali regole non prevedono pause obbligatorie, ma a discrezione dell’arbitro. A oggi, fa sapere la Fifa, nessun match ha superato i 32 gradi dell’indice Wbgt fermandosi al massimo a 28. Le sedi mondiali più a rischio sono quelle soggette al caldo umido come Manaus, Salvador e Fortaleza.




Lascia un commento