Epidemia di Scabbia tenuta ‘riservata’, sindaco protesta

Condividi!

Bressana Bottarone (Pavia) – «È venuta meno un’informazione doverosa e corretta che ci avrebbe consentito di evitare allarmismi eccessivi». Così ieri mattina il neo sindaco di Bressana Bottarone, Maria Teresa Torretta, che ha partecipato alla riunione dei rappresentanti di classe delle scuole elementari del paese (un centinaio gli alunni iscritti), presenti anche insegnanti e medico Asl di Pavia, dopo che era stato diagnosticato a un ‘alunno’ un caso di scabbia. La certificazione che si trattava di scabbia è arrivata dalla clinica di Pediatria del Policlinico San Matteo di Pavia, lo scorso 21 maggio. I genitori e il sindaco ne sono venuti a conoscenza solo una decina di giorni dopo. Per caso.

«Quel che è certo è che, in vista del prossimo anno scolastico, interverremo, dopo quella effettuata subito dopo la scoperta del caso, con una pulizia straordinaria di tutti i locali della scuola», ha detto il nuovo sindaco di Bressana che ha appreso del fatto solo il 31 maggio scorso. Vergogna.

«Genitori, ma anche docenti e cittadini, hanno il diritto di essere informati», ha aggiunto Maria Teresa Torretta. «Certamente, visto che ci informano per casi di pediculosi, non è giustificato che, in situazioni più serie, lo si sappia dall’esterno» commenta amareggiata una rappresentante di classe.

Figuratevi se avviserebbero per casi di Ebola. Negherebbero fino all’ultimo.




Lascia un commento