Panico: virus mortale Mers è arrivato negli Usa

Condividi!

NEW YORK  – Le autorità sanitarie americane hanno confermato poco fa il primo caso di un ‘americano’ infettato dal misterioso virus del Medio Oriente.

L’uomo si è ammalato dopo il suo arrivo negli Stati Uniti la scorsa settimana, era di ritorno dall’Arabia Saudita, dove era andato proprio come  operatore sanitario.

Segno evidente di come nemmeno grandi precauzione tengano al riparo dalla diffusione di questo virus che uccide oltre il 30% dei contagiati.

L’uomo è ricoverato in condizioni gravi nel nord-ovest dell’Indiana con la sindrome respiratoria Medio Oriente, o MERS, secondo il Centers for Disease Control and Prevention, che sta indagando sul caso insieme ai funzionari della sanità dello Stato dell’Indiana.

L’agenzia federale prevede di rintracciare i passeggeri dei voli in cui era il malato durante i suoi viaggi; non è chiaro quante persone potrebbero essere state esposte al virus.

I funzionari non hanno fornito alcun dettaglio circa il lavoro dell’uomo in Arabia Saudita o se stava trattando pazienti affetti da MERS lì.

E’ demenziale che non si stenda un cordone sanitario intorno all’Arabia Saudita. Siamo in mano ai folli.

Pagheremo molto caro questo movimento frenetico e incontrollato di uomini e merci. Anche di denaro, ma questo è un altro discorso.

Questa persona si è ammalata la settimana scorsa, e ne danno notizia dopo sette giorni.  Ecco, è facile fare due conti sulla nostra situazione.




Un pensiero su “Panico: virus mortale Mers è arrivato negli Usa”

Lascia un commento