Mare Nostrum: 300 clandestini in fuga appena sbarcati, senza controlli sanitari



La Lega ha deciso, presenterà ”subito a Camera e Senato la proposta di sospendere l’operazione Mare nostrum che costa 300mila euro al giorno agli italiani che finiscono per finanziare gli scafisti e l’invasione delle nostre coste”. E’ l’attacco di Salvini all’operazione autolesionista.

E Roberto Maroni, ex ministro dei respingimenti parla di “irresistibile richiamo per i clandestini” mentre il capogruppo del Carroccio al Senato Bitonci chiede le dimissioni di Alfano.

Intanto la nave San Giorgio, l’ammiraglia del dispositivo Mare Nostrum, ha soccorso nella notte oltre 300 clandestini al largo di Lampedusa, mentre degli 828 sbarcati il 20 aprile a Pozzallo oltre 300, in maggioranza sub-sahariani, sono fuggiti dal centro nel ragusano dove erano stati accolti. Senza alcun controllo medico.

Poi. Vogliono darci ad intendere che non ci sono ‘allarmi sanitari’.



Lascia un commento