Ebola: per OMS, epidemia si allarga, e ‘non dovrebbe farlo’

Condividi!

L’epidemia di Ebola in Guinea è peggiorata, e sta peggiorando ogni giorno di più. Non dovrebbe farlo, vista la sua alta mortalità, dovrebbe ‘consumare’ il suo ‘habitat umano’, come un incendio consuma il bosco e poi si ferma. E invece, continua ad espandersi.

L’OMS ha rilasciato il suo ultimo aggiornamento: 203 nuovi casi della malattia mortale sono stati identificati nella nazione dell’Africa occidentale.

La malattia ha già ucciso 129 persone e altre 158 sono state testate come positive per l’infezione da virus Ebola. 

109 casi sono stati confermati in laboratorio. Questi comprendevano anche 61 morti.

Le statistiche per provincia:

  • Conakry 50 casi, tra cui 20 decessi,
  • Guekedou 120 casi, tra cui 83 decessi
  • Macenta 22 casi, di cui 16 morti
  • Kissidougou 6 casi, di cui 5 morti
  • Dabola 4 casi, di cui 4 morti
  • E Djingaraye 1 caso, di cui 1 morto

Casi confermati in laboratorio e le morti sono i seguenti:

  • Conakry 36 casi, tra cui 15 decessi
  • Guekedou 58 casi, di cui 34 morti
  • Macenta 13 casi, tra cui 10 decessi
  • Kissidougou 1 caso, di cui 1 morto
  • Dabola 1 caso, di cui 1 morto

230 persone sono sotto osservazione, 7 soggetti con diagnosi di malattia sono stati messi in quarantena come misura precauzionale. Il virus ha colpito 24 operatori sanitari.

 

 




Lascia un commento