Carcere, detenuti ubriachi dopo i ‘festeggiamenti’

Condividi!

L’Italia al tempo del governo Renzi è un mondo alla rovescia. I clandestini sbarcano accolti con tutti gli onori da fantomatici militari, la clandestinità non è reato e invece definire scimmia una scimmia si, i bambini delle scuole sono costretti a battere le mani a Renzie e ora, si scopre, nelle carceri si festeggia a base di alcol. Fino ad ubriacarsi.

Rissa tra detenuti nel carcere di Lecce durante la fruizione della socialità per la festività di Pasqua.

Lo afferma l’Osapp (il sindacato degli agenti di polizia penitenziaria), in un comunicato secondo cui i detenuti erano “alticci”. Per il sindacato, gli agenti sono intervenuti per ristabilire la
calma. Sono nove gli agenti aggrediti con prognosi variabili tra 6 e 8 giorni mentre “un detenuto ha tentato di impiccarsi ed è stato salvato in extremis” dagli agenti intervenuti.




Lascia un commento