La Marina Militare ha sconfitto Ebola, con la candeggina

Condividi!

Arrivano dichiarazioni esilaranti dai politici e dai loro galoppini dell’operazione Mare Nostrum. All’Adnkronos il Comando in Capo della Squadra Navale della Marina Militare afferma non esserci nessun caso Ebola tra i clandestini soccorsi perché, udite udite: “Se ci fosse stato, l’avremmo già saputo. Al momento non ci risulta nessuna segnalazione da parte dei nostri medici impegnati sulle navi”. Sicuramente una prova scientificamente inattacabile.

Medici si preparano ad analizzare possibili malati di Ebola
Ecco i marinaretti invece come accolgono i clandestini, a mascherina calata

 

 

Poi, “sono previsti rigidi protocolli sanitaria da rispettare nel soccorso in mare dei migranti. I medici e il personale del Corpo Sanitario della Marina usano guanti, tute, mascherine e copri scarpa sterili”. Si, ma i clandestini a differenza di quelli in Spagna no. E quando arrivano nei centri e poi fuggono, il problema è dei cittadini, non vostro.

Poi concludono:”In più durante i soccorsi ad ogni passaggio dall’imbarcazione alla terraferma viene usata una vaschetta con candeggina per disinfettare le calzature”. A questo punto mancano solo i vestiti e l’eventuale virus nel sangue. Quisquilie.




Lascia un commento