Ebola: perché le rassicurazioni del governo sui clandestini sono carta straccia

Condividi!

Sanjay Gupta, corrispondente medico principale per la CNN, concorda sul fatto che i ‘malati asintomatici di Ebola’ su voli internazionali sono un problema allarmante. Esiste un rischio sempre più reale di diffusione del virus fuori dall’Africa.

Se sono ‘un problema’ gli africani sui voli internazionali, pensiamo quelli che si ammassano sui barconi.

I MALATI ASINTOMATICI

Anche se volessimo credere alla favola del governo sul fatto che tutti i clandestini – o profughi, come li chiamano loro – vengono controllati, cosa ridicola, visto che fuggono poche ore dopo lo sbarco, essendo il periodo di incubazione massimo di circa 40 giorni, e mediamente di 21, è evidente che portatori di Ebola possono essere già in Italia senza che nessuno lo sappia. Anche se, e non ci crediamo, controllati all’arrivo.

Visto che non esiste un vaccino e di una cura per Ebola,  e che il ceppo Zaire, che è quello attualmente in Guinea e dintori, ha una mortalità del 90%, trattare l’emergenza con tale dilettantismo, e affidarla ad uno come Alfano, è suicida.

 




Lascia un commento