Ebola, Regione Friuli individua ospedali per ‘eventuali clandestini malati’: Trieste e Udine

Condividi!

Non c’è nessun ‘allarme Ebola’, ci raccomandiamo, diciamolo tutti insieme.

Intanto però, dopo l’allarme lanciato da alcuni consiglieri di opposizione, la Regione Friuli ha attivato una task force composta da infettivologo, referente del laboratorio di virologia, del dipartimento di prevenzione e delle direzioni sanitarie ospedaliere, dei pronto soccorsi/aree di emergenza, pediatri e dall’organo istituzionale deputato alla comunicazione.

Il gruppo è coordinato dalla direzione centrale Salute, ed ha individuato come punti di eventuale sistemazioni dei malati di Ebola le unità di infettivologia degli ospedali di Trieste e di Udine.

E le altre Regioni?




Lascia un commento