Genova – Comune paga le bollette ai Rom: 1,6 milioni di euro

Condividi!

E’ stato bocciato l’ordine del giorno per ”impegnare il sindaco Marco Doria, vista la grave crisi che colpisce i genovesi, a provvedere affinche’ i nomadi dei campi di Bolzaneto e via Adamoli paghino l’1.6 milione di euro di utenze idriche ed elettriche ‘offertegli’ gratis dal Comune negli ultimi 8 anni”.

Dai verbali della seduta: 8 i voti favorevoli, 19 i contrari, 9 gli astenuti, su 36 consiglieri presenti. A favore dell’ordine del giorno Pdl, Lega Nord e Lista Musso, contro Pd, Lista Doria, Sel, FdS, astenuti M5S e Udc.

Sarebbe ora che il M5S prendesse posizioni, invece di astenersi alla democristiana. L’ODG era stato presentato dal capogruppo della Lega Nord Edoardo Rixi.

“E’ una proposta demagogica, il Comune sta affrontando il problema – ha detto il consigliere Pd Gianpaolo Malatesta – non si puo’ paragonare due temi diversi come la crisi della citta’ e i nomadi”. Ma infatti, cosa c’entrano i milioni di euro spesi per pagare le bollette ai Rom con il fatto che non ne restano per sostenere i cittadini bisognosi, è ‘demagogico’.

“Le utenze elettriche e idriche dell’anno 2012 dei campi nomadi di via Adamoli e Bolzaneto sono state ‘offerte’ dai genovesi – ha denunciato Rixi – per un totale di 200.000 euro che moltiplicato per 8 anni di mancati pagamenti porta a oltre 1.6 milione di euro”.




Lascia un commento