Crimea: manifestanti russi assaltano base ucraina, feriti e scontri

Condividi!

Novofedorivka

Belbek, Crimea – Le truppe russe hanno circondato una base aerea ucraina e lanciato un ultimatum alle forze ucraine presenti all’interno ad arrendersi, lo riferisce il vice comandante della base di Belbek, vicino a Sebastopoli Podovalov.

La base, sopra la quale svetta la bandiera ucraina blu e gialla, è una delle poche strutture militari in Crimea ancora controllate dall’Ucraina, dopo l’annessione della penisola da parte delle forze russe.

“Le truppe russe ci hanno dato un’ora per arrenderci o inizieranno un assalto. Non stiamo andando da nessuna parte, vediamo cosa questo assalto è”, ha detto Oleg Podovalov a Reuters.

L’ultimatum sarebbe scaduto alle 07:30 am ET, ma non c’era traccia dei russi in movimento alla scadenza dell’ultimatum.

Intanto, manifestanti russi hanno preso d’assalto la base della Air Force ucraina nella città di Novofedorivka e fracassato le finestre. Sono stati respinti con il lancio di fumogeni dai militari ucraini dal tetto della base.




Lascia un commento