Renzi sistema i clandestini al Riz: Lega circonda l’hotel di lusso, arriva Salvini

Condividi!

PAVIA – Renzie è scatenato. Non sa dove mettere gli ultimi 3mila clandestini che l’operazione Mare Nostrum ha raccattato in tutto il Mediterraneo in 2 giorni. E così è caccia a case, hotels e residence in tutta Italia.

E a Pavia sono arrivati all’alba per sistemarsi in un hotel di lusso. Ma i clandestini hanno trovato ad attenderli striscioni e cartelli dei leghisti capitanati dal consigliere regionale Angelo Ciocca e dal sindaco di San Genesio Cristiano Migliavacca. I richiedenti asilo, trasportati a San Genesio, Gropello e Pavia nella notte, sono in parte alloggiati in una comunità nel capoluogo. Gli altri, provvisoriamente, sono stati condotti su indicazione della prefettura a Gropello e San genesio. E lì stamattina è previsto l’arrivo di Matteo Salvini, segretario confederale del Carroccio.

I leghisti erano davati all’hotel Riz da mezzanotte, hanno bloccato l’accesso all’hotel di San Genesio. Il consigliere regionale Angelo Ciocca spiega: “Parte da San Genesio la protesta per l’assurdità di portare al Nord i clandestini dalle città del Sud. Da cittadino non trovo giusto ospitarli in alberghi di lusso mentre gli italiani non arrivano a fine mese. In più credo sia scorretto anche nei confronti dei clandestini, che arrivano in preda alla disperazione e con questo tipo di accoglienza si fanno illusioni, pensando che chissà cosa li aspetterà domani: invece non c’è lavoro per nessuno”.

Il centinaio circa di immigrati fa parte del gruppo di clandestini appena sbarcato. E invece di rispedirli a casa con un ponte aereo, il ponte aereo lo fanno verso le città italiane.

A gennaio il ministero dell’Interno aveva lanciato un appello: servivano posti letto per gestire le emergenze, non più solo al Sud ma in tutto il Paese. In provincia di Pavia la prefettura aveva diramato l’appello ai Comuni, ma non era arrivata risposta. Allora si era rivolta alle associazioni xenofile sempre a caccia di soldi pubblici, e poi, ci sono gli hotels.

Ma la prefettura è ancora a caccia di case. Tenete le porte chiuse.




Lascia un commento