Le ultime parole famose di Vendola

Condividi!

Pare che le sue parole dopo l’aggressione siano state: ‘Tu quoque, romeno, frater mi’

‘La Romania deve entrare in Europa, la questione dei Rom non esiste’. Verranno ricordate come ‘le ultime parole famose’ di Vendola. Il diversamente maschio.

Come saprete, il governatore a tempo perso della Puglia è stato aggredito da un suo ‘fratello’ in quel di Roma. Gli è andata molto meglio, rispetto alla povera signora Reggiani e alle tante donne stuprate, da lui, il ‘fratello’ pretendeva ‘solo’ soldi. Sono ladri, mica scemi, sanno chi scegliere: sanno dove sono i soldi.

Ma al di là di Vendola e del fatto in sé, la situazione della sicurezza sta totalmente degradando, le notizie che quotidianamente passano la censura mediatica basterebbero a decretare lo ‘stato di emergenza’. E ora, stanno arrivando altri delinquenti a dar manforte alla criminalità dilagante:

RENZI SISTEMA I CLANDESTINI AL RIZ: LEGA CIRCONDA L’HOTEL DI LUSSO, ARRIVA SALVINI

TOSCANA: ARRIVANO 500 CLANDESTINI, LI MANDA RENZIE

Non li fanno nemmeno ‘asciugare’, li prendono direttamente dalla coste del nordafrica e li trasbordano in aereo nelle nostre città, in hotel di lusso. Che diverranno – come già accaduto – le basi dello spaccio, e inferni dello stupro di gruppo.

E’ tempo di prendere d’assedio queste strutture che accolgono, tradendo la propria gente, clandestini camuffati da profughi di guerre inesistenti.

Intanto a Palermo:

MADRI COSTRETTE A PROSTITUIRSI DOPO PERDITA LAVORO

Noi, uno Stato che mantiene dei delinquenti stranieri mentre abbandona le famiglie italiane al proprio destino,  lo chiamiamo nemico. Lo Stato italiano deve essere abbattuto e ricostruito dalle basi. La classe politica italiana, cominciando dall’inquilino a sbafo deve essere rasa al suolo e ricostruita. Con gente che ha lavorato. Con gente che ama la propria terra.

Share

Fonte: Identità.com




Lascia un commento