Manifestanti russi prendono 2 navi militari ucraine, Merkel minaccia Putin che ‘scalda i motori’

Condividi!

Una folla di manifestanti pro-russe ha preso possesso di due navi da guerra ucraine quest’oggi in Crimea. Intanto l’Unione europea ha messo in atto nuove sanzioni autolesioniste contro la Russia per l’annessione della penisola del Mar Nero.

Le tensioni nella regione sono elevate, nonostante il rilascio di un comandante ucraino detenuto dalle forze filo-russe.

Colpi sono stati sparati, ma non ci sono state vittime come la corvetta ucraina Khmelnitsky è stata occupata a Sebastopoli, secondo un fotografo di AP sulla scena. Un’altra nave, la Lutsk, è stata circondata dalle forze filo-russe.

A Ginevra, l’ambasciatore dell’Ucraina alle Nazioni Unite ha avvertito di un forte deterioramento delle relazioni tra i due vicini, dicendo che la Russia sembra essere pronta per una “invasione” in più aree del suo paese: “ci sono indicazioni che la Russia è sulla buona strada per scatenare un intervento militare in piena regola a est e a sud dell’Ucraina”.

In un discorso al Parlamento tedesco a Berlino intanto, Angela Merkel ha dichiarato che l’UE sta preparando ulteriori sanzioni e che il G-8 delle principali economie è stato sospeso a tempo indefinito. La Russia detiene la presidenza del G-8 e il presidente Vladimir Putin avrebbe dovuto accogliere i suoi omologhi, tra cui il presidente Barack Hussein Obama, in un vertice G-8 a Sochi nel mese di giugno.

La Ue è qualcosa di demenziale. Gli Usa spiano, e la Ue mette le sanzioni alla Russia. Autolesionismo.




Lascia un commento