Corea: Kim rieletto con il 100%, cori di bambini stile Renzi

Condividi!

Pyongyang, Corea del Nord – In Corea, almeno fingono di votare. Sono già più democratici dell’Italia. Con nessun altro sulla scheda elettorale , i media di Stato hanno riferito che il leader supremo Kim Jong-Un è stato eletto come rappresentante al corpo legislativo più alto in Corea del Nord con l’approvazione unanime del suo distretto , che ha avuto il 100 % di affluenza: si sono picchiati per votarlo.

Con una legge elettorale simile all’Italicum, i Nordcoreani sono recati alle urne Domenica per approvare le liste bloccate dei nuovi deputati per la Suprema Assemblea del Popolo, il parlamento del Paese . La votazione è generalmente tenuta una volta ogni cinque anni .

Anche se i risultati degli altri seggi in assemblea non erano ancora stati annunciati , i media della Corea del Nord hanno riportato rapidamente che Kim aveva vinto nel suo distretto – si trova al simbolico Monte Paekdu – senza un singolo voto contrario.

Questa è la prima volta che l’elezione si è svolta da quando Kim ha ereditato il potere dopo la morte del padre, Kim Jong-Il, nel 2011.

“Questa è un’espressione di tutto il personale di servizio e sostegno assoluto delle persone e profonda fiducia nel leader supremo Kim Jong Un come risolutamente rimangono fedeli a lui”, ha detto il Korean Central News Agency.

Gli elettori nelle elezioni non hanno altra scelta, c’è un solo nome sulla scheda elettorale per ciascun distretto: hanno la scelta di votare sì o no – è già qualcosa – e secondo i conti ufficiali quasi tutti scelgono il sì.

Il nuovo Parlamento si inaugurerà il prossimo mese . Nessuna data è stata ufficialmente annunciata. Ci saranno sicuramente coretti di bambini, a salutare il leader supremo: stile Renzi.




Lascia un commento