Crimea: manifestazione oceanica pro-Russia, scontri a Sebastopoli

Condividi!

Bandiere russe inondano capitale della Crimea, come migliaia eseguire il takeover

Simferopoli – Migliaia di bandiere russe hanno invaso il centro della capitale della Crimea, oggi, domenica, con migliaia di manifestanti che si sono radunati a sostegno dell’annessione a Mosca della penisola – di gran lunga più numerosa di una piccola dimostrazione pro-Ucraina nelle vicinanze.

I raduni rivali a Simferopol erano pacifici, in contrasto con quelli nella città portuale di Sebastopoli in Crimea, dove circa 100 pro-russi si sono scontrati con 20 persone che erano a guardia di un raduno pro-Ucraina.

Circa 10.000 persone si sono unite alla manifestazione pro-Russia a Simferopoli, cantando “Russia Russia!” con canzoni russe patriottiche e ballerini sul palco.

“Supereremo tutte le avversità, tutti gli ostacoli e ristabiliremo la giustizia storica”, il filo-russo premier della Crimea, Sergei Aksyonov, ha detto alla folla.
“Insieme con la Russia costruiremo il nostro futuro!” ha poi gridato, trovando grida di “Evviva! Evviva!” dalla folla.

A pochi chilometri di distanza, una folla molto più piccola di circa 1.000 persone per una manifestazione a sostegno della Crimea dentro l’Ucraina.

In piedi sotto un busto in bronzo di Taras Shevchenko – il poeta ucraino e eroe nazionale la cui nascita 200 anni prima ricorreva oggi – i manifestanti hanno letto poesie e cantato l’inno nazionale, molti con le loro mani sui loro cuori.

L’atmosfera era tranquilla, con diverse decine di poliziotti a vigilare sui bordi della folla.

Bandiere russe inondano capitale della Crimea, come migliaia eseguire il takeover

I tentativi di organizzare una simile manifestazione pro-unità a Sebastopoli si sono scontrati con la violenza, degli attivisti filo-russi.
Gli aggressori hanno distrutto un auto e bloccato i veicoli degli uomini della sicurezza a guardia della folla, almeno cinque dei quali sono stati arrestati dalla polizia.




Lascia un commento