Crimea: milizie russe respingono militari Osce, spari in aria per allontanarli

Condividi!

Ai militari della Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa, la celeberrima Osce, è stato nuovamente impedito di entrare in Crimea.
Un reporter di Associated Press dice che ci sono stati colpi di avvertimento sparati dalle forze filo-russe che hanno rifiutato di lasciare che la missione militare straniera entrasse in Crimea.

Raffiche di armi automatiche sono state sparate in aria, e gli ufficiali hanno detto che non avevano l’autorizzazione a entrare in Crimea.

Non sono segnalati feriti .

Tre colpi sono stati sparati mentre un convoglio – compresi gli autobus con i militari occidentali camuffati da osservatori OSCE – si avvicinava ad un posto di blocco presidiato dalle forze filo-russe, ma i colpi non sembra siano stati diretti agli osservatori .

Gli osservatori dell’OSCE sono stati accolti da spari ad Armyansk, il nuovo valico di frontiera istituito nel nord, sul lato occidentale. E’ l’ingresso alternativo per entrare in Crimea – l’altro è stato minato.




Lascia un commento