Boeing Dreamliner: crepe sulle ali dell’aereo

Condividi!

787 Dreamliner production line

Il Boeing 787 è il programma aereo che continua a dare problemi. La società controllerà circa 40 aerei e ritarderà alcune delle consegne di 787 dopo che Mitsubishi Heavy Industries, che realizza una fibra di carbonio che compone l’ala dell’aereo , ha scoperto piccole crepe nelle ali di recente costruzione a seguito di un cambiamento nel suo processo di produzione.

La zona di ‘rottura’ è molto piccola e richiederà riparazioni di una settimana o due per ogni aereo, il portavoce di Boeing Marc Birtel ha detto. “Siamo fiduciosi che la condizione non esista nella flotta in servizio”, ha detto la società in un comunicato inviato tramite posta elettronica. “Capiamo il problema, ciò che deve essere fatto per correggerlo, e completeremo le ispezioni dei velivoli potenzialmente interessati.”

Mitsubishi Heavy costruisce le ali a Nagoya, in Giappone, e Boeing le monta sui suoi 787 negli impianti di assemblaggio di Everett, nello stato di Washington, e North Charleston, SC.

Circa 17 dei 787 ispezionati sono già completati, e sette sono stati sottoposti a prove di volo pre-consegna, secondo il Wall Street Journal, che per primo ha riportato le notizie delle crepe.

Le compagnie aeree hanno accolto molto bene l’arrivo del 787, perché è il primo aereo Boeing ad essere costruito prevalentemente di materiali compositi in fibra di carbonio, che abbassano il peso dell’aereo e diminuiscono il suo consumo di carburante di circa il 20 per cento rispetto ai modelli tradizionali di dimensioni paragonabili. Il programma ha subito alcune battute d’arresto di alto profilo, tra cui una di tre mesi di messa a terra all’inizio dello scorso anno a causa del surriscaldamento alle batterie agli ioni di litio dell’aereo. Il 787 deve il suo funzionamento globale molto di più all’energia elettrica generata da tali batterie, rispetto ad altri velivoli.

Boeing ha detto che i difetti all’ala non dovrebbero pregiudicare le consegne di quest’anno, in tutto 110. Boeing ha intensificato il suo tasso di produzione degli aerei a 10 al mese e prevede di aumentarlo a 12 nel 2016 e infine a 14. Mentre Boeing ha ordini per più di 1.000 aerei, ha bisogno di accelerare le consegne per iniziare a fare profitti sul programma.




Lascia un commento