Boeing 777 disperso con 239 a bordo nel Mar Cinese , nessun italiano

Condividi!

boeing777

Un volo Malaysia Airlines con 239 persone a bordo proveniente da Kuala Lumpur e diretto a Pechino è scomparso nel Mar Cinese Meridionale, spingendo la Cina a inviare navi per setacciare lo specchio d’acqua alla ricerca del possibile relitto. Nessun italiano a bordo. Luigi Maraldi che era segnalato nella lista passeggeri ha chiamato a casa rassicurando la famiglia: “Sono vivo.

A quanto risulta alla polizia, diversi mesi fa, ad agosto del 2013, Maraldi aveva denunciato il furto del passaporto. Non è dunque del tutto esclusa l’ipotesi che il suo nome sia finito nella lista dei passeggeri perché qualcuno è salito a bordo usando il passaporto rubato. Questo potrebbe far pensare ad u qualcosa di inquietante.

La compagnia aerea, che parla diverse ore dopo che l’aereo sarebbe dovuto atterrare nella capitale cinese, ha detto che è ancora troppo presto per dire se l’aereo si è schiantato. Ha detto che non c’era stato nessun segnale di soccorso e cita una voce secondo la quale l’aereo potrebbe essere atterrato in Nanming nel sud della Cina. Senza che nessuno lo sappia?

La compagnia aerea ha detto che il velivolo Boeing 777-200 aveva 227 passeggeri, tra cui due bambini, e 12 membri dell’equipaggio a bordo.

Ha detto che i passeggeri erano di 13 diverse nazionalità, tra cui 153 provenienti dalla Cina e quattro dagli Stati Uniti.

La zona della scomparsa è al centro di una disputa territoriale.




Lascia un commento