Ceuta: 30mila africani pronti a dare assalto a città spagnola

Condividi!

Circa 30.000 clandestini provenienti dall’Africa sub-sahariana sono accampati alle porte delle città spagnole di Ceuta e Melilla, in attesa di prenderle d’assalto. Lo dichiarano fonti della polizia delle enclaves spagnole in Marocco.

L’informazione arriva sulla scia di un tentativo da parte di centinaia di africani di entrare a Ceuta dal Marocco il 6 febbraio scorso. L’assalto si è concluso con molti morti per la calca sulla spiaggia di Tarajal. La Commissione europea ha, ovviamente, chiesto spiegazioni alla Spagna sul motivo per cui gli ufficiali di stanza al vicino valico di frontiera hanno usato proiettili di gomma. Forse per bloccare l’assalto?

Fonti della polizia indicano anche “organizzazioni criminali ben strutturate”, che sono dedicate al trasporto di migliaia di immigrati che cercano di raggiungere l’Europa.

Tuttavia, molti non hanno fondi per pagare, il che significa che il tentativo di saltare le recinzioni di Ceuta e Melilla è “l’unica possibilità per loro di passare dal Marocco al suolo spagnolo, dato che non ha nessun costo e può essere tentata in qualsiasi momento “, dicono fonti della sicurezza. Il tentativo di una traversata in barca è più rischioso e i clandestini devono pagare prima di imbarcarsi.

Solitamente agiscono a ondate, con organizzazione ‘militare’.




Lascia un commento