Letta promette ‘grande moschea’ a Milano

Vox
Condividi!

Il premier abusivo Letta, nella sua gita per svendere i gioielli di Stato ai suoi amichetti arabi, ha promesso ai vari dittatorelli del Golfo una ‘grande moschea a Milano in occasione dell’Expo’.

Tutta l’idea del viaggio nel Golfo è demenziale e basta su presupposti economici puerili. L’Italia ha bisogno di una sua moneta e di sprigionare le energie economiche latenti che sono ‘ingabbiate’ da una politica monetaria troppo restrittiva. Stiamo scivolando in una deflazione epocale e la prossima fase della Grande Crisi, in nuce nelle politiche messe in atto per ‘lenire’ i danni della prima fase – quantitative easing americano e cinese – che prenderà il via con la ‘crisi degli emergenti’, ci scaraventerà di nuovo in una tragica recessione.

Vox

Inutile dire che, questa seconda fase, potrebbe annichilire il prezzo del petrolio e i paesi arabi del Golfo che vivono solo di quello. Quindi, gita demenziale. E dannosa. Di un uomo disperato e pericoloso.

Un altro premier, molti anni fa, simile a Letta per aspetto e onestà politica, fece lo stesso a Roma.