Case popolari ai Rom: protesta la Lega

Condividi!

La Lega Nord protesta contro il progetto degli alloggi popolari da destinare ai nomadi in via Brunero Paoli, deciso dall’amministrazione di Lucca

L’intenzione da parte del comune di Lucca di portare avanti un progetto in Via Brunero Paoli a Lucca, per realizzare un centro di prima accoglienza per i nomadi vede la Lega Nord nettamente contraria. Riteniamo come già ribadito in passato che i soldi pubblici non dovrebbero essere impiegati per simili politiche di integrazione, già cifre importanti sono state spese per adeguare il campo nomadi alle tagliate, assurdo adesso tentare di portare avanti progetti per garantire un alloggio ai nomadi, ancora peggio all’interno della città. Capiamo e condividiamo quindi le preoccupazioni degli abitanti della zona, che intendiamo sostenere, e se sarà fatta una raccolta di firme, aderiremo senza indugio. Vorremmo che il sindaco Tambellini e la giunta comunale pensassero una volta tanto agli italiani e manifestassero sostegno a tutti coloro che vivono nella legalità, a tutti coloro che hanno problemi ad arrivare alla fine del mese, ai cassintegrati, ai disoccupati, agli esodati, ai pensionati a basso reddito, di cui troppo volte ci si dimentica. Pensiamo che se ci sono progetti per costruire nuovi alloggi siano i cittadini lucchesi ad essere agevolati. A questo proposito, tempo permettendo, la Lega Nord sarà presente con un gazebo in Via dei Bacchettoni presso il mercato comunale sabato mattina 25 gennaio 2014 dalle 9 alle 12, per incontrare la cittadinanza, che potrà anche sottoscrivere una raccolta di firme per mantenere gratuito all’utenza il parcheggio per il nuovo ospedale S Luca.




Lascia un commento