“Lobby gay vuole uccidere il Papa”: Capo Guardie Svizzere lancia allarme

Vox
Condividi!

Il capo delle guardie del Papa lancia l’allarme in un’intervista pubblicata sul settimanale elvetico Schweiz am Sonntag: “In Vaticano – afferma – c’è una lobby gay talmente potente da essere pericolosa per la sicurezza del Pontefice”. Lo svizzero Elmar Maeder è stato il capo della Guardie Svizzere fino al 2008. Quindi le sue parole solo di particolare gravità.

Vox

“Dell’esistenza di quella lobby gay – prosegue – posso parlare per esperienza personale”. Afferma anche di aver messo in allerta i suoi uomini, perché tenessero sotto osservazione certi esponenti della Curia particolarmente “lascivi”. “Il problema – aggiunge Maeder – è che questa rete è composta di persone talmente fedeli, l’una all’altra, da costituire una sorta di società segreta”. Una sorta di massoneria gay interna al Vaticano.

“Per questi motivi, se avessi scoperto che uno dei miei uomini era gay, mai e poi mai gli avrei consentito di fare carriera. Anche se, per me, l’omosessualità non costituisce un problema, il rischio di slealtà sarebbe stato troppo elevato”, sostiene.




Un pensiero su ““Lobby gay vuole uccidere il Papa”: Capo Guardie Svizzere lancia allarme”

I commenti sono chiusi.