Irlanda: storia di un’eurocatastrofe in un grafico

Condividi!

Come sapete, e come i media di distrazione di massa millantano, in Europa c’è la ripresa. E a modello di questa ‘ripresa’ citano l’Irlanda.

Ecco, questa è la ripresa irlandese: il grafico è cortesia della Commissione europea:

 

Come vedete, il pil irlandese è oggi sotto di circa il 13% rispetto al picco del 2006. E secondo le stime della stessa Ue, sarà, nel 2015, ancora inferiore del 10%. Un tale crollo, gli eurofanatici, lo considerano un successo delle politiche di austerità.

Come testimonia il premio Nobel per l’Economia Krugman in viaggio a Dublino “la città sembra ancora come una città depressa, con un sacco di vetrine vuote – anche se le mie impressioni possono essere influenzate da quello che so sui numeri statistici. Inoltre, le camere dell’hotel sono molto economiche – buono per i visitatori, ma un segno che le cose vanno male”.

E continua Krugman sul suo blog:” E ‘davvero impressionante , come il lieve rimbalzino in Irlanda e in pochi altri posti, venga salutato da artisti del calibro di Olli Rehn – commissario europeo – con danze della vittoria”.




Lascia un commento