Invasione: oltre 40mila clandestini dall’insediamento di Letta e Alfano

Condividi!

In meno di un anno di governo Letta, sulle nostre coste sono sbarcati 40.244 clandestini. Un record.
E sono quasi tutti uomini, una vera e propria forza di invasione. Solo 5mila le donne e poco meno di 8mila i minori, quasi tutti ‘minori’ per modo di dire. Tipo Ruby.

Nelle ondate di clandestini di quest’anno, è stata Lampedusa la più colpita (14mila invasori), poi c’è la provincia di Siracusa, con il capoluogo vera e propria ‘città martire’ vista l’epidemia di Tubercolosi taciuta dalla stampa prezzolata – che tanto si scandalizza perché fanno le docce all’aperto ai clandestini.

Molti degli arrivi li dobbiamo alle tesi bizzarre svedesi. E all’annuncio di qualche mese fa del ministro degli Esteri di quel paese, secondo il quale ogni siriano sarebbe stato accolto come ‘profugo’: dopo quella dichiarazione, è stato un assalto alle nostre coste.

Per i cosiddetti ‘minori’ e il resto dei clandestini, il governo abusivo ha stanziato circa 210 milioni di euro, sottratti alle vittime dell’usura.




Lascia un commento