Pisa: sorpresa, i Rom mantenuti dal Comune sono ‘macedoni’, possono essere espulsi

Condividi!

C’è una sorpresa per i cittadini della provincia di Pisa, a seguito dei controlli di Polizia e vigili urbani di sabato mattina, 14 Dicembre, al campo nomadi di via Maggiore di Oratoio a Ospedaletto, è venuto fuori che, le 345 persone identificate, sono quasi tutti macedoni.

Questo significa che non sono ‘comunitari’ – come i romeni – e che quindi, la scusa delle amministrazioni comunali ‘non possono essere espulsi’, è fasulla. Sono extracomunitari, e visto che non hanno alcun lavoro né casa, tranne quelle gentilmente offerto a spese dei cittadini dalle istituzioni, non hanno il permesso di soggiorno: possono essere espulsi. Perché, invece di farlo, li si mantiene a spese dei contribuenti?

E perché, dopo l’operazione che ha visti impegnati circa 40 agenti, e che ha censite 75 unità abitative, otto zingari sono stati invitati in Questura per la regolarizzazione del soggiorno? ‘Regolarizzare’ cosa? In base a quale legge? Questura e Comuni devono alcune risposte.




Lascia un commento