Salvini a Renzi su Ius Soli: “Provaci, poi ci pensa il popolo”

Condividi!

Il congresso della Lega Nord si è tenuto questa mattina a Torino ha proclamato Matteo Salvini segretario, alla presenza di oltre 500 delegati provenienti da tutta Italia e delegazioni “euroschettiche” da tutta Europa, compreso il prossimo alleato all’Europarlamento e alle elezioni Ue, il Fronte nazionale di Marine Le Pen.

“Siamo qui oggi perché questo sia l’inizio di un percorso che ci porterà a vincere, a occupare Bruxelles, a smontarla e a ricostruirla da capo”, ha detto il neosegretario aprendo il congresso, “Proporrò di ritrovarci tutti a Bruxelles, nella sede del mostro dello spreco e della dittatura finanziaria, per portare in piazza in primavera quelli che chiedono di tornare padroni del loro futuro, della loro moneta e dei loro confini”.

“Da Torino parte oggi un messaggio di speranza: un’altra Europa è possibile. Gli ospiti presenti qui a Torino sono la speranza del nostro futuro. Qui è presente l’unica speranza per un’altra Europa fondata su lavoro, sui diritti, sulla nostra cultura, che non si vergogna, che non è schiava di spread, finanza, agenzie di rating. Qui c’è l’unica difesa del lavoro, dell’agricoltura, della pesca e del commercio. Il ladro è lo Stato, con la Lega si risparmia. I Forconi, a confronto dei ladri di Bruxelles, sono lord. La Lega preferisce stare in piazza piuttosto che con gli assassini di Bruxelles”.

E stasera la prima reazione da neo-segretario, Salvini la riserva alle uscite di Renzi:




Lascia un commento