Aviaria: H7N9 diventa più ‘aggressivo’

Vox
Condividi!

Gli scienziati hanno scoperto che una mutazione in un nuovo ceppo di influenza aviaria che ha infettato le persone in Cina può rendere il virus resistente al trattamento chiave con i medicinali di prima linea senza limitare la sua capacità di diffusione. Solitamente, una mutazione rende il virus più nocivo, ma ne limita anche la capacità di diffondersi.

Vox

La scoperta significa che, a differenza dei ceppi influenzali stagionali, che spesso diventano meno trasmissibile quando sviluppano resistenza ai farmaci come il Tamiflu della Roche, la nuova influenza aviaria H7N9 non perde nulla del suo potenziale di diffusione quando aumenta la propria resistenza ai farmaci.

H7N9 è emersa all’inizio di quest’anno in Cina e ha contagiato almeno 139 persone finora in Cina, Taiwan e Hong Kong, uccidendo 45 di loro.