Hong Kong: nuovo caso di H7N9, scatta la quarantena

Vox
Condividi!

Hong Kong ha messo oggi in quarantena altre 19 persone dopo che la città ha confermato il secondo caso umano di influenza aviaria H7N9 mortale, a meno di cinque giorni dal primo, hanno detto i funzionari.

Le 19 persone hanno avuto stretti contatti con il secondo portatore di H7N9 in città – un 80enne di Hong Kong che viveva nella vicina città cinese di Shenzhen.

L’uomo ha sviluppato la febbre ed è stato trovato infettato con il virus dopo essere stato ricoverato in ospedale.
“Diciannove contatti stretti del paziente sono stati messi in quarantena”, una dichiarazione del governo rilasciata in serata.

Vox

Dei 19, 13 erano rimasti nella stessa camera con l’uomo anziano in ospedale, cinque erano membri della sua famiglia, e un altro era il tassista che lo ha guidato dal confine in ospedale, dice la nota .

Lunedì, la città ha trovato infetta una collaboratrice domestica indonesiana dopo “un viaggio a Shenzhen per l’acquisto di un pollo e la sua macellazione”.

Funzionari della sanità hanno detto che non hanno trovato alcun legame tra i due casi.

I




Un pensiero su “Hong Kong: nuovo caso di H7N9, scatta la quarantena”

  1. Il punto è che i morti sono sempre asiatici. Qualche anno fa c’erano stati alcuni casi in Canada, ma è emerso poco dopo che si trattava di immigrati cinesi. Questa malattia ha tutta l’aria di essere diretta a colpire una razza in particolare. C’è chi ha speculato che si tratti di un esperimento pratico di ‘armi batteriologiche etniche’ in grado di colpire solo particolari genomi. Quelle insomma che da decenni stanno sviluppando i razzisti ebraici in israele.

I commenti sono chiusi.