Lega vuole abolire campi nomadi: presidio del Pd in favore degli zingari

Condividi!

Ci sono teste pensanti a Seriate, in Lombardia. Due ordini del giorno di Pdl e Lega presentati in Consiglio Comunale: quello a firma del Pdl è per «non approvare la legge contro l’omofobia in Senato» (peccato il Pdl l’abbia votata alla Camera), l’altro, ancora più interessante perché più ‘pratico’ a livello comunale, a firma della Lega Nord, riguarda invece «Norme nei confronti di: rom, zingari e nomadi a tutela del popolo italiano e lombardo».
Nel quale esprime «solidarietà e approvazione con ogni forma e mezzo al ministro socialista francese Manuel Valls per la sua politica di sgombero ed evacuazione dei campi nomadi e successiva espulsione dei gitani romeni e bulgari»

Impone anche al sindaco di «continuare la politica di vigilanza del territorio per prevenire ed evitare fenomeni di accattonaggio, delinquenza minorile ed occupazioni abusive ad opera di persone senza fissa dimora».

Ma insieme a quelle pensanti, ci sono anche quelli del Pd: «Sono due odg di evidente matrice omofoba e xenofoba.- scrivono le minoranze del Partito democratico -. Chiediamo a tutti di essere presenti questa sera, davanti alla sede del Comune, qualche minuto prima dell’inizio del Consiglio Comunale a Seriate. E’ allucinante leggere documenti del genere e pensare che possano approdare nelle nostre istituzioni».

E questa sera presidio ‘allucinante’ del Pd: in favore degli zingari. Speriamo non abbiano lasciata la sede del partito incustodita.




Un pensiero su “Lega vuole abolire campi nomadi: presidio del Pd in favore degli zingari”

Lascia un commento