Al Qaida in Kentucky: è scandalo negli Usa, terroristi arrivati come ‘profughi’

Condividi!

Andare a fare la guerra in mezzo mondo per ‘eliminare il pericolo terrorismo’, o almeno propagandando questo fine, per poi trovarsi i terroristi in casa. E’ degno di un sistema imperiale in disfacimento.

Infatti, membri di al-Qaeda si sono reinsediati negli Stati Uniti come profughi di guerra iracheni. Uno di loro, Waad Ramadan Alwan, è un terrorista al quale, dopo l’uccisione di soldati americani, venne garantito ‘asilo politico’ negli Usa. E’ stato ripreso dalla macchina fotografica in Kentucky maneggiare armi pesanti che l’FBI ha detto di ritenere verrebbero inviate ai rivoltosi di nuovo in Iraq.

Il video, ottenuto esclusivamente da ABC News, fa parte di una più ampia indagine di ABC News per un inchiesta sul sistema che permette a delinquenti e pericolosi terroristi di entrare negli Usa come ‘rifugiati’. Secondo i funzionari potrebbe essere “dozzine” i terroristi arrivati nel paese come tali.

Un agente dell’FBI assegnato all’operazione pungiglione che ha ripreso il video ha detto ad ABC News che Alwan si vantava di avere ucciso i soldati americani in Iraq. “Ha detto che li aveva ‘per pranzo e cena”.

Ricapitolando: anni di guerra in Iraq e Afghanista, e invece di ‘esportare’ la democrazia, hanno ‘importato’ i terroristi: geniale. E quanti ce ne sono, di terroristi, nei barconi che oggi i nostri marinai raccolgono in tutto il Mediterrano?




Un pensiero su “Al Qaida in Kentucky: è scandalo negli Usa, terroristi arrivati come ‘profughi’”

Lascia un commento