Si auto-sodomizza e lo fa passare per aggressione ‘omofoba’

Condividi!

I carabinieri di Lanusei hanno ricostruito l’episodio che, in un primo momento, era stato accreditato come aggressione ‘omofoba’ con brutale sodomizzazione con l’uso di una bottiglia di vetro ai danni di un uomo di 62 anni.

L'aggressore omofobo
L’aggressore omofobo

Poi ricoverato in ospedale in gravi condizioni, con profonde ferite e lesioni interne.
Ma non c’è stata nessuna violenza, nessun attacco dettato da ‘omofobia’ magari di qualche banda di cattivi con la testa rasata . Ma solo l’atto perverso di una persona con problemi – si può dire o è omofobia? – che ha ha fatto tutto da sola inserendosi la bottiglia nell’ano.

E il ‘gioco’ letto su qualche sito per omosessuali lo ha portato all’ospedale.




Un pensiero su “Si auto-sodomizza e lo fa passare per aggressione ‘omofoba’”

Lascia un commento