Inchiesta Mps: “Il Pd usava la banca come una sezione di partito, decideva nomine e strategie”

Condividi!

Inchiesta Mps: “Il Pd usava la banca come una sezione di partito, decideva nomine e strategie” Il Radar.

mps

L’inchiesta Mps, seppur nascosta e un po’ bloccata, riparte con una declinazione che andrà a svelare i rapporti politica-banca. Probabilmente non se ne farà nulla ma è interessante leggere alcune dichiarazioni come quella dell’ex sindaco Cenni

Devo dire che le diverse anime dei Ds erano fortemente interessate alla gestione di Banca Mps. È sufficiente leggere i giornali dell’epoca per ricordare ciò che l’onorevole Vincenzo Visco o l’onorevole Massimo D’Alema, ad esempio, pensavano della banca. Affermavano che era antistorico che una realtà di soli 60 mila abitanti potesse gestire, attraverso gli enti locali, un gruppo bancario importante comne Mps. Affermavano che la banca doveva crescere, doveva acquisire altri gruppi bancari, essere più presente sul mercato italiano e internazionale. L’acquisizione di Antonveneta avviene anche in ragione della pressione psicologica che vi era sulla banca

Ecco quindi come il partito gestiva la banca (e ancora lo fa).

Inchiesta Mps: “Il Pd usava la banca come una sezione di partito, decideva nomine e strategie” Il Radar.




Lascia un commento