Magistrato: “Ingiusto privilegiare lavoratori italiani”

Condividi!

Dopo la legge europea passata dal parlamento italiano che aprirà i concorsi pubblici agli immigrati, continua l’assedio dei magistrati attivisti alle leggi italiane che proteggono i lavoratori italiani dalla concorrenza degli immigrati.
E così, l’ennesimo giudice attivista ha emesso l’ennesima sentenza creativa: “Chi ha la carta di soggiorno può diventare consulente del lavoro”.
Un’albanese è così stata ammessa all’esame a Milano in violazione delle leggi italiane.

Perché secondo un’associazione che lucra sull’immigrazione, l’Asgi: “In Italia ci sono norme anacronistiche violano i principi di parità di trattamento”. Perché secondo loro, non è giusto che in Italia gli italiani godano di privilegi rispetto ad albanesi e africani. Mica è casa nostra.

Ci sono milioni di italiani disoccupati, dovranno emigrare per far posto agli immigrati?




2 pensieri su “Magistrato: “Ingiusto privilegiare lavoratori italiani””

Lascia un commento