Fecero liberare Kabobo, ci riprovano

Vox
Condividi!

BARI – Non c’è limite alla stupidità umana e al masochismo di taluni.
“Palese violazione dei diritti umani delle persone che, fuggendo dal loro Paese di origine”, recita così – e recita è il verbo adatto, visto che di ‘rappresentazione falsa della realtà’ si stratta – l’esposto depositato questa mattina negli uffici della Procura di Bari, dove si chiede che i clandestini che si trovano ospiti presso il Centro di accoglienza Richiedenti Asilo di Bari-Palese (Cara), vengano liberati, a causa di ‘sovraffollamento e di tempi troppo lunghi per l’esame delle domande d’asilo’. Prima li fanno venire, poi parlano di ‘sovraffollamento’. Quanto ‘ai tempi lunghi’, tutti sanno che nessuno di loro ha diritto all’Asilo: non ci sono ‘Snowden’, tra loro.
A sottoscrivere l’atto la Cgil di Bari, i comboniani e associazioni. Le stesse che fecero liberare Kabobo:

Vox

E si, perché è nel Cara di Bari, che Kabobo venne ospitato. E’ nel Cara di Bari che falsi profughi ghanesi e nigeriani vengono mantenuti con i soldi delle nostre tasse. Ma per la Cgil – che ormai da tempo ha smesso di difendere i lavoratori per occuparsi di gay e immigrati – vengono violati i loro diritti. Quali? Quelli di prendere a picconate ignari passanti?

I membri di queste associazioni, invece di essere indagati, come responsabili delle morti di Milano, sono loro a fare esposti. Indice di come si sentano di casa, alla procura di Bari.